Maigaro, 17 ottobre 2013

Carissimi Amici tutti di Leivi,

Suor Giulia abbraccia il piccolo Gervais

mi hanno invitata alla vostra celebrazione di chiusura della settimana missionaria ed eccomi fra voi, vi ringrazio della vostra amicizia e del vostro affetto, siete sempre presenti qui a Maigaro e nelle nostre attività e preghiere. Purtroppo la situazione qui in RCA è difficile e senza prospettive al momento presente, la gente soffre terribilmente in un paese occupato da orde di mercenari cattivi, violenti e ladri…. Si fanno tante promesse, tante parole… ma non si vede una soluzione rapida, questi mercenari continuano a fare quello che hanno sempre fatto, in tutto il paese, anche se noi qui a Bouar, a parte qualche caso sporadico anche se grave, siamo particolarmente protetti dalla Provvidenza e abbastanza tranquilli, nonostante la paura di quello che può succedere da un momento all’altro. Ci sono combattimenti e morti un po’ dappertutto in questo nostro paese……

Qualche segno di speranza, le scuole private cristiane hanno aperto e cominciato l’anno scolastico, e questo anche per dare alla popolazione una testimonianza di fiducia e di speranza e permettere ai giovani di frequentare e non perdere tempo negli anni più preziosi della loro vita, con il rischio sempre presente di entrare nella violenza sempre alla porta; anche il nostro ospedale di Maigaro è sempre aperto e disponibile soprattutto per i più poveri e abbandonati, bimbi e adulti…… finora ancora abbiamo la disponibilità di medicine che avevamo in stock, speriamo anche in futuro di poter essere utili a tanta gente che soffre e preghiamo che il nostro Padre Buono che è nei cieli si stanchi di vedere soffrire questa gente e la sollevi!

Diapositiva3 Diapositiva4Vorrei anche parlarvi dei nostri bimbi, quelli che voi aiutate…. non tanto bimbi ormai.. stanno crescendo, a parte Gervais che è ancora in prima elementare, ma sta facendo progressi perché comincia a parlare e capire il francese, suo fratello Olivier anche sta bene, frequenta pure lui la prima elementare con qualche difficoltà in più, ma intanto diventa molto più loquace e socievole; Anicet il capofamiglia, si divide tra le sue responsabilità di sostegno alla madre e ai fratelli e al suo essere ancora piccolo e quindi giocare forte al pallone e altro con i suoi amici.

Diapositiva1In quest’ultimo periodo anche Octavine che è diventata veramente bella, si è trasferita vicino a noi e vive con una zia materna, frequenta la nostra scuola elementare a Maigaro ed è molto sveglia e loquace mi dice la suora direttrice.

Diapositiva2Solange è un po’ la nostra preoccupazione, conserva ancora un cuore da bambina abbandonata (lei aveva perso la mamma quando aveva sette o otto anni), ha già avuto esperienza di maternità, ma sfortunatamente la sua bambina era nata malformata ed è partita subito in cielo… ora lei non vive più con il ragazzo che l’aveva sposata, è ritornata in famiglia dalla sorella ed è un po’ difficile inquadrarla, vorremmo aiutarla ad aprire una piccola attività di cucina qui in quartiere e per l’ospedale… speriamo si impegni e le possa servire.

Ringrazio ancora tutti con affetto per lo spirito  missionario che vi anima, il bisogno di testimonianza e di evangelizzazione è grande, preghiamo  e diamo testimonianza di pace e di amore sempre.

Con affetto grande

Sr Giulia

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi